default_mobilelogo
Programma coalizione
Immagine
Partito
Immagine
sostieni pd porcia
2xmille
l unità banner
Solidarietà
regeni banner new
I Social
Facebook di PdPorcia
Facebook del Gruppo Consigliare PdPorcia
Immagine e link del popup
popup
logo consiglio comunalell Consiglio Comunale del 22 giugno 2016, che si terrà presso Sala del Consiglio della Sede Municipale alle ore 20:00, ha l'ordine del giorno esposto in dettaglio più avanti.
Invitiamo tutti gli iscritti e simpatizzanti del Circolo Pd di Porcia a partecipare; per chi volesse approfondire, vengono esposti i punti dell'ordine del giorno (scaricabile qui) ed allegati i principali documenti.

2 giugno porciaLa Festa della Repubblica Italiana del 2 giugno è una giornata celebrativa nazionale istituita per ricordare la nascita della Repubblica Italiana a seguito del referendum istituzionale del 1946.
Il 2 e il 3 giugno del 1946, si tenne infatti un referendum istituzionale con il quale gli italiani vennero chiamati alle urne per decidere quale forma di Stato - monarchia o repubblica - dare al Paese. Il referendum fu indetto a seconda guerra mondiale terminata, qualche anno dopo la caduta del fascismo, regime dittatoriale che fu sostenuto dalla famiglia Savoia per circa vent'anni. Dopo 85 anni di regno sabaudo, l'Italia diventò una repubblica e i monarchi di casa Savoia vennero esiliati. Questo referendum istituzionale fu la prima votazione a suffragio universale indetta in Italia. Il risultato della consultazione popolare venne ratificato ufficialmente il 18 giugno 1946, quando la Corte di Cassazione dichiarò la nascita della Repubblica Italiana
A differenza del 25 aprile (Festa della liberazione) e 1° maggio (Festa dei lavoratori), il 2 giugno celebra la nascita della nazione, in maniera simile al 14 luglio francese (anniversario della Presa della Bastiglia) e al 4 luglio statunitense (giorno in cui nel 1776 venne firmata la dichiarazione d'indipendenza).

logo consiglio comunalell Consiglio Comunale del 27 maggio 2016, che si terrà presso Sala del Consiglio della Sede Municipale alle ore 20:00, ha l'ordine del giorno esposto in dettaglio più avanti.
Invitiamo tutti gli iscritti e simpatizzanti del Circolo Pd di Porcia a partecipare; per chi volesse approfondire, vengono esposti i punti dell'ordine del giorno (scaricabile qui) ed allegati i principali documenti.

Caro amico, cara amica,
Sabato 21 maggio anche il circolo PD di Porcia ha scelto di essere in piazza con un banchetto in via De Pellegrini dalle 10 alle 12, come tanti altri circoli del paese.
Il motivo? Cominceremo a raccogliere le firme per il referendum costituzionale di ottobre e a informare sulla riforma costituzionale approvate in Parlamento.
Se vuoi firmare e restare informato, ti aspettiamo sabato mattina per confrontarci in merito alla riforma e non solo.
Ricordiamo che si può firmare anche presso la segreteria del comune.
Un caro saluto.
Fulvio Fabris, segretario circolo PD di Porcia
Tiziana Aramonte, vicesegretaria
Commenta
Ricordiamo che si può firmare anche presso la segreteria del comune.
logo2La Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, ha approvato con delibera n. 433 del 7 marzo 2014, la redazione del Piano Paesaggistico Regionale, strumento che consentirà di governare lo sviluppo del territorio in modo sostenibile.
La Convenzione Europea del Paesaggio, siglata a Firenze nel 2000, definisce il paesaggio “una determinata parte del territorio, così come percepita dalle popolazioni, in cui il carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni”. Si evince da qui la centralità delle comunità locali nel percorso di definizione del paesaggio e quindi l’importanza del coinvolgimento delle medesime comunità nella redazione partecipata del piano.
Il Piano Paesaggistico è uno strumento di pianificazione finalizzato alla salvaguardia e alla gestione del territorio nella sua globalità. Il suo ruolo è quello di integrare la tutela e la valorizzazione del paesaggio all’interno dei processi di trasformazione del territorio, con funzione strategica, definendo delle linee guida per il suo sviluppo sostenibile. Per tali ragioni, la normativa nazionale individua nel Piano Paesaggistico lo strumento principe su cui si conformano tutti gli strumenti urbanistici.